Fidenza PsicoFestival
Psicoanalisi e dintorni


Si è sempre all'oscuro sulla propria personalità,
c'è bisogno degli altri per conoscersi"  (Carl Gustav Jung)

I Edizione / 19-23 Ottobre 2005

Il volo: le ali della libertà

"La psicoanalisi è una filosofia della libertà" (Elizabeth Roudinesco)


Protagonisti

Eventi

PROGRAMMA

Luoghi 

Credits

  

Il Fidenza PsicoFestival, con la sua prima edizione, vorrebbe inserirsi nella tradizione dei grandi festival culturali italiani che negli ultimi tempi hanno avuto il merito di far uscire dalle università e dalle aule scolastiche le diverse discipline del patrimonio italiano e internazionale della cultura contemporanea, per portarlo nelle piazze delle città, a contatto con la gente, con l’intento di soddisfare quei bisogni che una società spesso troppo meccanica e programmata reprime.

A Fidenza ha la sua sede un’importante associazione di psicoanalisti che raccoglie membri autorevoli non solo in Italia, ma anche in Francia e persino in America. Questo è lo spunto su cui è stato costruito il progetto di un evento che, con tutto il dovuto rispetto e la necessaria pazienza, tenta di porsi sulle tracce di Festival come quello della Letteratura di Mantova, della Filosofia di Modena o della Scienza di Genova.

E così, intorno ad un convegno pubblico, che darà alla cittadinanza la possibilità di avvicinarsi alla psicoanalisi per scoprirne l’importanza, non solo scientifica ma soprattutto culturale, la psicoanalisi come schema interpretativo della realtà del nostro tempo, è stata raccolta una serie di altri eventi ispirati al tema del volo come metafora della libertà.

Interrogarsi da diversi e complementari punti di vista su un concetto tanto impegnativo, così abusato di questi tempi, per comprenderne meglio i significati, le sfaccettature, le potenzialità, le conseguenze: questo è lo scopo che ci prefiggiamo. Cercheremo di attuarlo attraverso conferenze di autorevoli psicoanalisti, medici, psichiatri e studiosi, attraverso mostre di arte e fotografia, una rassegna di film, incontri informali animati da esperti in un caffè che somiglierà per qualche giorno agli psyco-café parigini, menu psicoanalitici ispirati alle ricette di Freud e Jung, altri dibattiti nella notte durante i “dopofestival”.

Per raggiungere uno scopo tanto significativo, il Fidenza PsicoFestival è il risultato della collaborazione proficua, integrata e fattiva di numerose associazioni e soggetti privati che credono in una progettualità di alto profilo, capace di creare le condizioni per rendere più viva, pulsante e articolata l’offerta culturale rivolta alla cittadinanza e al suo territorio, producendo eventi che potrebbero anche attrarre un pubblico consapevole e interessato su scala regionale.

In tal modo il Festival va visto anche nell’ottica di una doppia potenzialità: quella di un’ulteriore valorizzazione della città e delle sue emergenze storiche ed artistiche e quella di un incremento della capacità di produrre in proprio cultura, in una dimensione di sviluppo della rete di iniziative, proposte, manifestazioni che innalzino il livello di socializzazione e di conoscenza.